Campionato Siciliano di canottaggio 2022: la Canottieri TeLiMar vince il “Trofeo Carlo Ruvolo”

Giornata di grande sport domenica 19 giugno in memoria di Carlo Ruvolo, canottiere del club “Roggero di Lauria”, prematuramente scomparso in un incidente stradale avvenuto nella notte tra il 6 e il 7 settembre 2014.

Presso il Lago di Poma si è svolto il Campionato Siciliano 2022, dove 15 società provenienti da tutta la Sicilia hanno schierato i migliori atleti per la conquista degli ambiti titoli regionali.

All’interno della manifestazione sportiva è stato consegnato il “Trofeo Carlo Ruvolo” all’equipaggio vincitore del quattro di coppia maschile, disciplina che ha visto Carlo “il Gigante Buono” partecipare maggiormente e conquistare vari successi, quest’anno aggiudicato alla Canottieri Telimar.

Carlo Ruvolo, come detto, è stato canottiere del club “Roggero di Lauria” ed il suo Club, che non lo ha mai dimenticato, gli ha intitolato nel 2017 la sede del settore Canottaggio presso il molo Sud di Palermo.

Presenti i familiari di Carlo, il papà Giuseppe Ruvolo e la mamma Paola Quartararo, che hanno consegnato il trofeo all’equipaggio della Canottieri Telimar composto da Andrea Schillaci, Flavio D’Acquisto, Luca Molina e Manfredi Lo Piparo.

Quello dell’assegnazione del “Trofeo Carlo Ruvolo” è un momento significativo sia per ricordare il grande sportivo che è stato Carlo ma anche per tramandare quei valori, quali il sacrificio, la solidarietà e la sportività, che facevano “il Gigante Buono” un punto di riferimento per i propri compagni di squadra, soprattutto quelli più giovani.

La presenza di numerosi giovani alla manifestazione ha rinsaldato la memoria di Carlo Ruvolo che per questo sport ha dato tanto, alzandosi ogni giorno alle 5 del mattino per gli allenamenti senza chiedere mai nulla in cambio, spinto dalla grande passione per il canottaggio.
Carlo Ruvolo è sempre con noi, in ogni atleta, in ogni tifoso di canottaggio, in ogni istante in cui lo sport esprime i suoi più valori alti, di amicizia, rispetto e solidarietà.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*